I motivi,per cui,preferisco regalare e ricevere regali “handmade”.

Pochi,ma efficaci:

1.Fatto a mano.

2.Unico nel suo genere.E chi lo riceve, proprio per la sua unicità, si sentirà ancora più speciale.

3.Un qualcosa fatto con i sentimenti.

4.Creativo.

5.Può essere pure modificato,non è standard.Così vengono acontentati tutti i tipi di gusti.

6.Un’arte pulita e non inquina.

7.Nel mio caso, è basato sul riciclaggio.E quindi invoglia ad un mondo più pulito.

8.Non vi è spreco di denaro.Si risparmia parecchio,molte volte, per i materiali poveri che si vanno a riutilizzare.

9.Un qualcosa di comunicativo,essendo fatto con assoluta trasparenza. Un modo per dire la tua,usando un nuovo mezzo di comunicazione.

10.Varietà nel creare. Oggetti che vanno dal giardinaggio,alla moda e alla casa stessa.

 

Il mio favoloso mondo “handmade”

Ritengo che ogni cosa sia bella. Cos’è la bellezza? La bellezza è un qualcosa che racchiude e coinvolge tutti i cinque sensi e quando la vedi, veniamo travolti da un “qualcosa” d’indefinito, che poi ci attrae in maniera sconvolgente. Se in essa poi c’è il cuore, ritengo pure, che le cose fatte col cuore, siano ancora più belle. Adoro il mondo handmade.

Siamo circondati da molti oggetti e alcuni, con superficialità, li gettiamo nella spazzatura, senza renderci conto che
può essere riciclato e diventare un qualcosa di meraviglioso. Non ci vogliono studi specifici o altro per fare un
qualcosa di unico, nostro. Basta solo voglia di fare e tanta fantasia. Io per esempio dai barattolini di alcuni
omogeneizzati di mia figlia, li ho trasformati in dei porta candele. Ho usato anche barattoli normali e di varia
grandezza. Ho reso la casa più calda e accogliente.

Continua la lettura

Aiuto…Sono incinta!

Queste sono state le mie prime parole, mentre osservavo il mio test di gravidanza. Ero felicissima, ma nello stesso tempo avevo tanta paura di non essere una buona madre. Essendo alle prime armi, ci può stare, no? Sicuramente, quando si decide di mettere su famiglia, lo si fa sempre in due e mai in uno. Così si pensa a come affrontare il tutto, assieme, facendo un lavoro di squadra. Io mi ricordo,che tra me e mio marito, ero io a pensare di più al bambino (che poi alla fine, è una bellissima bambina) e lui aveva la mente, più proiettata altrove, che so… Ad esempio… Al lavoro e al pc, essendo una bravissimo informatico. E mi faceva rabbia. Poi però pensai, che mi stessi facendo solo paranoie inutili.In realtà é stato un bravissimo marito e la sua “indifferenza” non era altro che pacatezza e tenersi la tensione del concepimento per sé, senza stressarmi, ulteriormente. Sta di fatto, che il corpo cambia. Per alcune, può essere bello e per altre no. Ipocrisia o meno, io ho amato da sempre mia figlia, ma a chi piace avere gambe gonfie, nausee giornaliere (e nel mio caso era sempre, altro che nausee mattutine e per tutti i mesi della gravidanza), stanchezza e soprattutto l’acuirsi dell’olfatto? Perchè chi soffre di nausea, riconoscerà il fatto di non essere molto gradevole, come cosa.

Continua la lettura

Translate »